CasaPound Italia protesta durante la visita di Mattarella

Il movimento della Tartaruga Frecciata ha deciso di scendere in piazza contestualmente alla visita del Presidente Mattarella a Trieste.



“Siamo scesi in piazza ancora una volta contro questa svendita perchè non accettiamo che l'Italia venga umiliata per l'ennesima volta da chi continua a genuflettersi davanti a qualsiasi Nazione straniera"

Traditori nel 1943, venduti nel 1976, servi nel 2020: è questo il messaggio che CasaPound Italia ha voluto lanciare a Trieste in occasione della cessione del Balkan.

"E' inacettabile e indecente che l'Italia continui ad essere trattata sul piano internazionale come una potenza sconfitta. Questa persistente mentalità bellica che ci vede atavici debitori nei confronti del mondo deve finire. Immaginate cosa succederebbe se domani il nostro Ministro degli Esteri si recasse dall'Austria a chiedere un risarcimento per i danni della prima guerra mondiale. Probabilmente diventeremmo la barzelletta di tutta Europa”


"Oggi non ci sono molti discorsi da fare perchè sui motivi di questa protesta abbiamo parlato a lungo negli scorsi mesi. Oggi è il giorno in cui c'è la necessità di dare un segnale forte. Mentre i due presidenti nelle segrete stanze della prefettura o in carbonare commemorazioni calpestano la dignità di una Nazione e dei suoi morti caduti per la Patria, noi siamo qua per dimostrare che ci sono ancora italiani che non si arrendono e che sono pronti a tutto per l'Italia"

0 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon

© 2019 CasaPound Italia Friuli Venezia Giulia

Movimento politico